Testo di FlorenceRC,  JazzLuca

Supervisione di JazzLuca

  • Arcee

Sebbene, come detto nella prima parte, le Fembot esordirono già nella Seconda Stagione dei cartoni animati G1, la più famosa di questo genere di Transfomers è invece Arcee, fra i protagonisti del film d’animazione del 1986 e della Terza Stagione ambientata nel 2006.

post-905-0-87953100-1412191813

Arcee si dimostra subito combattiva ed all’altezza dei suoi colleghi “maschi”, dimostrando un iniziale amicizia ( interesse ? ) per lo scavezzacollo Hot Rod, salvo poi guardare a Springer quando il primo diventa il nuovo comandante degli Autobot Rodimus Prime.

Arcee sviluppa inoltre una sorta di affetto quasi materno per il giovane umano Daniel Witwicky, che sfocerà nel legarsi binariamente a lui ( per salvarlo a causa di un attacco Decepticon che l’aveva paralizzato ) e divenendo la prima accoppiata Headmaster nella quarta stagione G1, nota anche come “Rebirth“.

234-06

Tutto questo lavoro verrà gettato nella spazzatura nella serie giapponese Headmaster, dove Arcee viene relegata a ruolo di segretaria o tata di Daniel e Wheelie, mentre invece nei fumetti Marvel UK più intelligentemente ci si chiede che senso abbia imporre al pubblico un robot femmina in una razza aliena meccanica e asessuata nel brillante “La costola di Prime“.

Spotlight_arcee

Ed infatti nella nuova continuity dei fumetti IDW Arcee nelle sue fattezze femminili altro non è che un’aberrazione, un esperimento dello scienziato Jihaxus, resa quasi pazza da questo cambiamento non richiesto e alieno per la sua specie… ma poi alla IDW fanno marcia indietro sul concetto di fembot, con Arcee che resta sì un’esperimento ma con tutte le altre che iniziano a fioccare come funghi come Windblade e compagnia che si sono “evolute naturalmente” con quei corpi perchè sì

arcee energon

Che si conosca o meno il suo essere “ragazza”, Arcee è talmente famosa tra le Fembot da essere apparsa in almeno altre quattro iterazioni, dalla Trilogia di Unicron ad Animated, passando per la saga Movie di Bay e la Continuity Allineata, con un palese accenno alla serie in CGI Transformers: Prime. Nello specifico, l’apparizione effettiva del personaggio nell’universo compreso tra Armada, Energon e Cybertron ha modificato l’assetto estetico dell’Arcee moderna, fornendole un inedito alt mode di motocicletta dapprima solo accennato nella prima serie e poi confermato nella seconda – con tanto di livrea bianca e nera con minimi tocchi di rosa per citare il G1, inclusa la forma della testa palesemente simile.

Arcee movie
La svolta arriva per i film di Michael Bay:  Arcee doveva essere fra i protagonisti del primo film dal vivo del 2007 al posto di Ironhide, ma alla fine la sua apparizione ufficiale nell’universo Movie è stata solo rimandata al seguito La Vendetta del Caduto.

Flare_Up_Arcee_Chromia

Tuttavia, per un motivo ignoto (e forse lo stesso che l’ha spinta ad abbandonare l’uso delle gambe) ora è divisa in tre moduli robotici autonomi con alt mode indipendente di moto – lei stessa (in fucsia), Chromia (in blu) e Elita One ( o Flare Up, in viola). Ma come abbiamo sottolineato in precedenza, le tre moto avrebbero dovuto unirsi in un Combiner fin dalla pellicola, ma non solo gli sceneggiatori hanno barbaramente tagliato la scena dal prodotto in lavorazione, ma anche la stessa Hasbro ha rimosso la possibilità di replicarlo con i modellini della linea omonima, all’epoca in imminente uscita, cancellando il progetto della figure di Elita One.

arcee animated
Sotto l’egida di Derrick J. Wyatt, invece, arriva anche l’esordio inizialmente in sordina in Animated, più precisamente in una puntata della Stagione 1 (“Il Brivido della Caccia”, nella quale debutta anche il cacciatore di taglie Lockdown). Eppure curiosamente, di tutte le sue precedenti (e successive) incarnazioni, quest’Arcee potrebbe essere la prima ad avere un alt mode a quattro ruote, oltre naturalmente alla sua omonima G1. Interessante anche il suo ruolo di corriere d’informazioni riservatissime, decisamente inedito, e che sia ancora una volta fucsia come l’altra omonima della saga cinematografica di Bay.

16395475_1277725632304873_349169252_n

Un’ultima Arcee, come brevemente accennato sopra, appare nella serie in computer grafica Prime, (uno dei tasselli del macrouniverso della Continuity Allineata), tuttavia questa versione è avvolta da un alone di mistero che ha fatto storcere molti nasi nel fandom: come mai questa versione si ritrova, tutt’a un tratto, con la livrea blu e nera al posto del rosa e bianco della controparte G1, mentre in questa versione è solo accennato? Le ragioni sono principalmente due: in primo luogo, è un omaggio alla controparte cinematografica di Chromia sia esteticamente sia caratterialmente, con quest’ultimo aspetto così fuori personaggio rispetto alla “vecchia” G1 da essere vicino a quello della bellissima ma grintosa Lara Croft (la celeberrima archeologa protagonista della saga videoludica Tomb Raider) oppure a quello della guerriera Tigre, eroina della serie di film d’animazione Kung Fu Panda della DreamWorks.

In secondo luogo, durante la produzione di Prime, Arcee doveva essere rosa e bianca come omaggio all’omologa G1, ma vedere il partner umano Jack Darby in sella a una moto rosa, sarebbe stato ridicolo e poco realistico agli occhi della produzione. Ironicamente, in “Preda” (terzo episodio della Stagione 3 Beast Hunters), la stessa Arcee ci scherza sopra contemplando il nuovo look di Bumblebee – e pronuncia la fantomatica frase: «Se avessi anch’io invertito i colori, sarei tutta rosa!».

arcee bw

Nelle linee di giocattoli, anche Arcee ha avuto le stesse difficoltà iniziali di Elita One, negli anni Ottanta. In questo caso, però, bisognerà attendere il 2001 con la presentazione di un modellino particolare, un repaint rosa e bianco della Mega Transmetal 2 Blackarachnia della linea Beast Wars, tuttavia il suddetto modellino era solo un’esclusiva in edizione limitata della BotCon dell’epoca.

arcee toys

Da qui in poi, Arcee è spesso presente in svariate linee di modellini successive: dalla Scout di Energon alle numerose Deluxe della linea Movie (in particolare quella del primo, fisicamente antropomorfa, è molto diversa da quella del secondo, che appare fedele alla controparte in CGI), fino a sfociare al quello omaggiante il G1 dell’Animated. L’Arcee della serie Prime, invece, ha avuto principalmente quattro modelli: una Deluxe First Edition (di cui una rosa e bianca presentata in esclusiva alla New York Comic Con del 2011), una Cyberverse Legion, una Deluxe della sottolinea Robots in Disguise (il cui stampo è stato riutilizzato per la Flareup della BotCon 2014 e, in seguito, pesantemente rimodellato in Chromia per la linea Generations Thrilling 30) e una “gemella” completamente ridisegnata per la sottolinea Beast Hunters – a sua volta riutilizzata per la Decepticon Flamewar della BotCon 2014.

Generations_30_deluxe_Arcee

Sempre nel 2014, però, la linea Generations Thrilling 30 presenta ai fan più nostalgici una gradita sorpresa, con un Deluxe che rappresenta Arcee “come dovrebbe essere”: la storica Saturnia come appariva nel film del 1986, rosa e bianca (con un minimo di nero) e con alt mode di auto futuristica Cybertroniana: questo stampo verrà comunque riutilizzato per altre versioni di Arcee, per esempio quella nera e viola venduta assieme a Chromia e Windblade nel “gift setCombiner Hunters del 2015 e quella rosa e più fedele alla controparte animata, uscita lo scorso anno per la linea Legends della Takara.

Per finire è stata annunciata anche una versione Titan Master per la recentissima linea Titans Return,  che magari di un altro Generations Deluxe non se ne sente il bisogno dopo l’ottimo succitato GenT30 ( ma non si sa mai, eh ), ma omaggiarla almeno con omino nella linea del revival degli Headmaster è quantomeno un gradito colpo di scena per la Femmina Autobot più iconica del brand dei Transfomers!

 

Fine terza parte