Copiando in maniera spudorata le classifiche quindicinali proposte su Seibertron.com, ho pensato di creare anche qui una rubrica moooooooolto simile, con classifiche che spaziano dai cartoni ai fumetti e ovviamente ai giocattoli.

intro

Partiamo con i 5 cambiamenti più bizzarri nei Transformers IDW, rispetto alle versioni classiche o archetipe, elencando tra il serio e il faceto le 5 caratteristiche che la più recente casa editrice di fumetti dei nostri beniamini ha pensato bene di aggiungere, modificare o stravolgere ad altrettanti personaggi perlopiù classici, che nel nostro immaginario sono ovviamente scolpiti in una determinata maniera, ma che per questioni narrative o semplicemente per stupire il lettore, lo sceneggiatore del momento ci ha propinato, e che come reazione ha ottenuto più alzate di sopraciglia che applausi.

-5 : Sunstreaker Headmaster

sunstreaker 4

All’alba della nuova continuity IDW dei Transformers, quando tutti stavano guardando a personaggi più consoni come Nightbeat o magari Hardhead, Simon Furman, storico sceneggiatore dei fumetti dei Transfomers anni ’80 e ’90 e nume tutelare dietro al rilancio dei Transformers per la casa editrice fresca dei diritti sui Cybertroniani, non solo spiazza tutti ed introduce quasi precocemente il concetto di Headmaster ( Transformer la cui testa diventa il pilota del veicolo cui si trasformano, gimmick celebre dall’87 in poi ), ma lo fa con un personaggio che mai nulla ha avuto a che fare con questa caratteristica, ovvero Sunstreaker, il Lince della Gig in Italia, la Lamborghini gialla già “fratello” di Sideswipe/ Freccia; a detta dello stesso Simon, la scelta è stata fatta apposta per essere originale, ma di certo qualche naso purista l’ha fatto storcere, sebbene l’evoluzioe del processo, manco a dirlo, è stato interessante da seguire, tramite gli occhi del suo partner umano, il terrestre Hunter O’Nion.

sunstreaker 2

Risolte le trame di Furman, le famose saghe ‘Ation, il processo binario è stato tolto e Sunstreaker è tornato il solito egotistico bot che amiamo, tranne che per qualche trauma che ha portato agli eventi di All Hail Megatron, ma questa è un’altra storia.

sunstreaker 5

… però però, in questi mesi con la linea Titans Return sugli scaffali, con TUTTI i robot dai deluxe in sù sono Headmaster, non sarebbe male vedere finalmente la versione di Lince con la testa sganciabile e trasformabile, anche se gli è avanzato pure di diventare un combiner in Combiner Wars lo scorso anno!

sunstreaker 3
-4 :  Minimus Ambus dentro Ultra Magnus

magnus 2

James Roberts, da anni dietro la macchina da scrivere della testata More Than Meets The Eye ( che da gennaio ripartirà col nome Lost Light ), è diventato famoso tra i fan per le sue trame ad ampio respiro ed i suoi millemila indizi sparsi fra un dialogo e l’altro: fra i colpi di scena a cui ci ha abituati di certo uno fra quelli più incisivi è stato lo scoprire che l’Ultra Magnus che conosciamo in realtà, in questa continuità narrativa, è morto da lungo tempo ma il suo ruolo è stato impersonato da più di un Transformer che ne vestivano l’armatura.

magnus 1

Se da una parte va dato atto alla citazione verso il giocattolo G1… anzi, di più, verso il Diaclone, che nasceva come sorta di armatura per la motrice di quello che sarebbe divenuto Optimus Prime, dall’altra la “delusione alla Scarlet Spider” si è percepita maggiormente dato che il Transformers dentro a Magnus era l’anonimo Minimus Ambus, un personaggio nuovo che nulla ha del carisma del nostrano Convoy, ma nonostante questo non ha impedito ad Hasbro di farci il modellino Generations, con il piccolo robot racchiuso dentro il torace del Ultra Magnus Leader Combiner Wars.

magnus 4

-3 :  Prowlastator

prowl 7

Che dire allora di James Barber, il demiurgo di Transformers: Robots In Disguise, che pian piano, numero dopo numero, ha creato le basi per far in modo che Prowl, uno degli Autobot più famosi e classici, diventasse non solo il capo dei Constructicons, ma formasse insieme a loro il gigante Devastator!

prowl 2

Brevemente, dopo la fine della guerra fra Cybertroniani, Prowl è stato manipolato dai Decepticon sopravvissuti e costretto a divenire il membro mancante della banda degli Excavator, dopo la dipartita di Scrapper di qualche anno prima, ma, liberatosi poi dal controllo mentale impostogli, ha trovato affinità con il gruppo di combiner costruttori, sopratutto nell’odio verso l’umano Spike Witwicky, e questi l’hanno seguito per un periodo anche fra le fila degli Autobot!

prowl 3

Con l’uscita della linea dei Combiner Wars, qualcuno temeva che in qualche maniera venisse citata questa vicenda anche nei giocattoli, ma fortunamente il Devasatator Titan è rimasto “puro”, mentre Prowl si è dovuto accontentare di unirsi con Optimus e soci Autobot in Ultra Prime o Optimus Maximus che dir si voglia.

optimus-maximus-1-lg (1)

( Prowlastator però è stato citato da una ditta 3p che ha creato l’accessorio per sostituire la testa del Titan con quella vista nei fumetti )
-2 Shockwave senatore Autobot

shockwave 4

Forse uno dei colpi di scena più inaspettati delle saghe recenti IDW è stato di sicuro scoprire che Shockwave non è sempre stato ( almeno in questa continuità ) il robot monocorde e guidato dalla logica che abbiamo conosciuto per anni, ma che in passato era un baldanzoso e sfarzoso Cybertroniano, con faccia e mani normali, un senatore mentore nientepopodimenoche di Orion Pax, ovvero il giovine Optimus Prime, e che aiutò il futuro capo degli Autobot nel cercare di smascherare gli intrighi del corrotto governo Cybertroniano, le cui nefandezze portò alla ribellione e nascita dei Decepticon.

shockwave 1

Ma i senatori riuscirono a bloccare in parte la ribellione di Orion e soci, catturando e facendo il lavaggio del cervello al collega traditore Shockwave e rendendolo del tutto privo di emozioni, nonché “sfigurato” con un solo occhio come faccia. Manco a dirlo, questo cambiamento retroattivo è stato un po’ troppo forzato, diluendo il fascino del classico robot / pistola laser con la scusa del suo aspetto particolare dovuto al solito trauma.

shockwave 3

-1 Megatron ( minatore ) con la testa a fiore

megatron 6

Si diceva qui sopra di come in questa continuità i Decepticon nascano come un movimento di ribellione verso il malgoverno del senato Cybertroniano, cercando di rendere i cattivi Transformers per antomasia meno tagliati con l’accetta, sempre con sta fissa per la conquista dell’universo, e più guidati da un minimo di spirito nobile, come nella famosa “Pace attraverso la tirannia” del motto del Megatron G1, ed infatti non a caso in questo periodo Meggie si è ravveduto ed è passato con gli Autobot!

megatron 2

Infatti nella famigerata miniserie Megatron: Origin, vediamo il futuro tiranno essere un comune minatore sfruttato che quasi suo malgrado diventa il capo di questo movimento di ribellione verso la casta opprimente; passi il cambio repentino nel cercare di far passare per buoni quelli che fino al giorno prima erano cattivi impenitenti, passino i disegni acerbi di un Alex Milne ancora troppo vicino allo stile di Pat Lee, passi pure la storia scritta mal… no, ehm, quella no… insomma, di tutta quella pappardella ( poi almeno sistemata alla bell’e meglio da Barber e Roberts a suon di retcon ), il momento più sconcertante è stato vedere Megatron togliersi lo storico elmetto ( di minatore ) e mostrare il suo vero se’, con quattro pannelli ripiegati che si dispiegano dalla testa… che lo fanno sembrare un bel fiore-bot con i petali al vento.

megatron 4

 

Terribile.

 

Vorrei strofinarmi gli occhi con la carta vetrata ogni volta che guardo quelle vignette. +____+

 

Ovviamente nessuno ha più ripreso questo dettaglio, fortunatamente, e nessuno, NESSUNO ha fatto e MAI DOVRA’ provare a metterlo come gimmick di un giocattolo, neanche la più scrausa ditta 3P del più remoto angolo d’Oriente.

 

MAI.

 

E questi sono i cambiamenti più bizzarri toccati ai nostri beniamini ad opera della IDW… cosa ne pensate? Mi sono dimenticato qualcosa, o ritenete uno più strambo dell’altro? A voi la parola!

 

By JazzLuca